I SEGNI DEL NOSTRO STATO DI SALUTE: LA COPPETTAZIONE

Le persone che non hanno familiarità con il trattamento della Coppettazione spesso non interpretano correttamente i segni lasciati dalle sessioni di questa antica tecnica. Molti quando vedono questi segni credono che siano dovuti a contusioni sportive o urti di altro tipo o che siano semplicemente di lividi.

Al contrario, questi sono segni di un antico processo di guarigione usato per aiutare il corpo

La Coppettazione, al contrario di un normale massaggio preme ed esercita una forza di compressione o frizione sulle zone del corpo, utilizzata la forza di aspirazione (di una pompa manuale o automatica) per sollevare delicatamente i tessuti. E questo, a rigor di logica, non può ovviamente produrre lo stesso effetto di una pressione o di un urto.

E i segni tondi, allora? Be’, quelli non sono altro che una fotografia di quello che si è smosso durante il trattamento e che “viene a galla” a livello di cute, permettendo all’operatore una lettura della situazione sottostante.A seconda delle condizioni di salute, della circolazione sanguigna e dell’intensità dell’infiammazione presente nel tessuto trattato, il risultato finale può variare notevolmente. La gamma di colore può, infatti, andare da un rosa pallido a un viola scuro tendente al nero e fornisce importanti informazioni sulla gravità del problema da affrontare e sul protocollo terapeutico da adottare per risolverlo.

Tendenzialmente, più scuro è il segno, più profondo è il bisogno di intervento e di guarigione. Di conseguenza, più numerosi e più frequenti saranno le sedute, almeno nella fase iniziale, per andare poi via via a diminuire e a dilatarsi nel tempo, man mano che la terapia dà segni di miglioramento.