PERCHÉ SCEGLIERE LA RIFLESSOLOGIA PLANTARE COME INTEGRAZIONE A DIVERSE PROBLEMATICHE…

La riflessologia plantare, oltre a favorire la risoluzione del gonfiore dovuto al ristagno della circolazione linfatica localizzata nell’area del piede, può stimolare la migliore attività dell’intero sistema circolatorio linfatico in tutto il corpo.
La riflessologia plantare in gravidanza favorisce la secrezione delle endorfine e il rilassamento, agevolando tutte le funzioni corporee, in modo particolare il drenaggio e la disintossicazione. Drena la matrice intercellulare, è importante soprattutto quando si ha la tendenza alla ritenzione e agli edemi.
Grazie all’ausilio della riflessologia plantare, i punti doloranti durante il ciclo possono essere trattati in maniera riflessa tramite il massaggio. Tutto ciò comporta una profonda e significativa riduzione del dolore. Il massaggio, al tempo stesso, garantisce relax e benessere alla donna.
Il tinnitus o acufene è la percezione di un suono, spesso assimilabile ad un fichio, sibilo o ronzio, senza cause esterne.
E’ un disturbo abbastanza frequente, spesso ci si convive per la diffioltà di ottenere una corretta diagnosi e l’istituzione di un’adeguata terapia, portando il soggetto a rinunciare alla cura.
In alcuni casi l’intensità dell’acufene è particolarmente rilevante da risultare invalidante, interferendo sulla qualità della vita, generando sintomi come irritabilità, ansia, diffioltà di concentrazione, disturbi del sonno.
La riflessologia plantare può offrire benefici anche importanti a chi ne è affetto, stimolandolo alla guarigione.
 
La riflessologia plantare è una tecnica che sfrutta il massaggio su punti specifici del piede per ristabilire l’equilibrio completo di tutto il corpo. Utile soprattutto nei casi di infiammazioni, congestione e tensione, aiuta a far calmare il mal di schiena, la cistite, l’ansia lo stress e tanto altro ancora.
Per chi soffre di ansia, la zona specifica da trattare si trova sulla pianta del piede, sull’articolazione metatarso falangea del secondo dito. Per trovarla basta spingere delicatamente il secondo dito verso il dorso del piede: la parte di carne sporgente localizza l’epicentro del diaframma
Se invece è un problema che nasce proprio dai denti, oltre ad una corretta igiene orale ed a seguire i consigli di uno specialista, possiamo trarre giovamento dalla Riflessologia Plantare andando a stimolare e pizzicare le punte delle dita dei piedi, zona riflessa proprio dei denti.
Il trattamento riflessologico si effettua con il polpastrello del dito pollice o, in casi particolari, con le nocche del dito indice. In alcuni piedi l’area dello stomaco può presentare una facilità di risposta, spesso immediata, mentre in altri può apparire un punto silente, senza risposte e senza indicazioni.
La Riflessologia plantare
Pochi sanno che il massaggio zonale ai piedi è in grado di accelerare il metabolismo favorendo la scomparsa della stipsi ed addirittura creando le basi per dimagrire
Bisogna massaggiare in modo lento e profondo le zone riflesse sia dei reni che dell’uretere fino alla vescica, con l’intenzione di portar fuori quello che ristagna nell’organo(rene) o nel viscere (vescica) al fine di liberare l’apparato urogenitale, almeno dal processo infiammatorio acuto.