MASSAGGI AYURVEDA/ENERGIA CHAKRA

Operatrice Ayurveda.

photocollage_2018520181141767-880x880
L’Ayurveda è forse il più antico sistema di medicina naturale. Il suo significato può essere definito come ‘conoscenza della vita’. E’ una vera e propria scienza e filosofia di guarigione capace di occuparsi di aspetti molteplici della vita dell’uomo, l’alimentazione, l’esercizio fisico, la meditazione, la medicina erboristica, l’astrologia, i trattamenti di bellezza e la cura del corpo in generale e infine ma certo non da meno, il massaggio definito in Ayurveda, Abyangam. Pone le sue basi nei Veda, le più antiche documentazioni in forma scritta presenti ai nostri giorni, risalenti al 4000 a.C.

La tecnica del massaggio Ayurvedico

Va da sé che il massaggio è una tecnica che conduce al benessere solo se unita a un’alimentazione sana, una mente serena.

I testi base della medicina Ayurvedica – la Sushutra e la Charaka Samhita – individuano il massaggio terapeutico in un sistema di vita finalizzato a rafforzare l’essere umano di fronte ai cambiamenti naturali come le diverse fasi quotidiane, i passaggi di stagione, l’invecchiamento.

Il massaggio Ayurvedico viene eseguito in un ambiente caldo, calmo, illuminato da una luce tenue; il massaggiatore può provvedere alla diffusione di incensi ed essenze profumate. Talvolta si usano musiche rilassanti e mantra indiani che distendono la mente.

I benefici e le controindicazioni del massaggio Ayurvedico

Il massaggio Ayurvedico migliora la circolazione sanguigna e linfatica, svolge un’azione benefica sulla colonna vertebrale, tonifica i muscoli, influenza positivamente lo stato psichico della persona.

Agisce sui livelli ormonali, agevola l’eliminazione delle tossine, allenta la tensione e i disturbi a essa collegati: ansia, nervosismo, insonnia, emicrania lo, stanchezza, digestione difficile.

Meglio evitare il massaggio Ayurvedico in presenza di infiammazioni o dolori acuti, se si soffre di ipertensione o di problemi di cuore, flebiti o disturbi circolatori gravi

Prima di scegliere di ricevere un messaggio Ayurveda, è necessario conoscere il proprio Dosha. È indispensabile effettuare un test dal quale si evincerá se ti attieni al flusso del Kapha, Pitta, Vata . In base a quanto detto sopra si potrà successivamente identificare il trattamento e seguire il percorso più idoneo al proprio equilibrio psico fisico, e miscelare oli e utilizzare materiali, più consoni alle identità.


La consapevolezza del proprio corpo e del suo rapporto con la natura, porta spesso chi pratica yoga a scegliere l’Ayurveda come sistema per mantenere il proprio stato di salute al top, il giusto equilibrio tra mentre è corpo, aiuterà nella crescita personale e al bilanciamento del nostro vivere quotidiano e beneficiare di sensazioni che solo questa cultura può offrirci.

Vata: composto da spazio (akasha) e aria (vāyu). È il principio del movimento, (sistema nervoso, respirazione, circolazione sanguigna, etc). Le sue qualità principali sono la freddezza, secchezza, leggerezza, sottigliezza, mobilità, nitidezza, durezza, ruvidezza e fluidità. La sua sede principale è il colon.

Pitta: composto da fuoco (tejas) e acqua (jala), è il dosha relativo al processo di trasformazione. Sia a livello digestivo (processo di trasformazione del cibo), che mentale (elaborazione delle emozioni). Le sue qualità sono: caldo, untuoso, leggerezza, sottigliezza, mobilità, nitidezza, morbidezza, levigatezza, chiarezza e fluidità. La sua sede principale è l’intestino tenue.

Kapha: composto da acqua (jala) e terra (prithvi), è il dosha legato alla coesione, al tener unito, è proprio dei fluidi corporei, lubrifica e mantiene il corpo solido ed uniforme. Le sue qualità sono: freddezza, umidità, pesantezza, grossolanità, stabilità, opacità, morbidezza, levig

Pacchetto 3 Massaggi (n minimo per la terapia vedica),trattamento del Dosha personale € 221
•Richiedi il test del tuo Dosha o clicca il link:

http://www.ayurvedaitalia.it/test-ayurvedico.php

Primo Chakra

Il Primo Chakra è di colore rosso scuro e si trova alla base nel perineo, tra l’ano e i genitali. Si blocca a causa della paura e, quando ciò accade, scatena malattie come la sciatica, il cancro dell’ovaio, dell’utero o del colon-retto, stitichezza, problemi alla prostata, vene varicose, emorroidi e disturbi del sistema immunitario. È fonte di frustrazione, instabilità emotiva, depressione e bassa autostima.

Secondo Chakra

Il Secondo Chakra è di colore arancio ed è situato nella zona degli organi interni femminili, della vescica, del bacino, dell’intestino e dei glutei. Un blocco del Secondo Chakra può essere la causa di tensioni lombari e pelviche, fatica cronica, impotenza, diabete, cancro, irritazioni e infezioni dei reni e della vescica. Nella sfera emotiva provoca ansia, paura, gelosia, diffidenza e preoccupazione.

Terzo Chakra

Il colore del Terzo Chakra è il giallo. Si trova sotto l’ombelico e include il fegato, il pancreas, la cistifellea, la milza, i reni, lo stomaco, l’intestino tenue e la cassa toracica. Se bloccato, provoca squilibri che causano problemi respiratori e del sistema immunitario, bulimia, anoressia, diabete, acidità di stomaco, ulcere, calcoli biliari, epatite, cirrosi e artrite. A livello emotivo scatena vittimizzazione, stress, rabbia, frustrazione, sensi di colpa, dubbi e costante necessità di approvazione.

Quarto Chakra

Il Quarto Chakra è di colore verde e viene bloccato da dolore e sofferenza. Include l’area dei polmoni, della colonna vertebrale, del seno, dell’esofago e del sistema nervoso. Uno squilibrio del Quarto Chakra può causare malattie cardiache e respiratorie, cancro al seno, angina pectoris, polmonite, ipertensione e dolori alla colonna. È anche fonte di passività, depressione, insensibilità e dolore.

Quinto Chakra

È di colore blu zaffiro e copre le aree della bocca, della laringe, delle gengive, della trachea, della tiroide, della cervicale, dei denti e delle spalle. Quando non è equilibrato, provoca mal di gola, sanguinamento delle gengive, disfonia, allergie, influenza e infezioni croniche. Nella sfera delle emozioni scatena ossessione, depressione, paure, fobie, indecisione e stasi emotiva.

Sesto Chakra

Conosciuto anche come Terzo Occhio, il Sesto Chakra è di colore indaco e comprende il naso, le orecchie, gli occhi, la ghiandola pineale, l’ipofisi, il sistema nervoso e il cervello. Quando si blocca, scatena mal di testa, tumori cerebrali, cecità, sordità, convulsioni, ictus e problemi alla colonna vertebrale. Ha anche delle conseguenze sulle emozioni, tra cui paure, fobie, confusione, incubi, schizofrenia, panico e depressione.

Settimo Chakra

È di colore viola e si trova nella parte superiore della testa. Se bloccato, può causare fatica cronica, ipersensibilità alla luce e ai suoni, problemi cutanei e problemi muscolari e ossei. Provoca apatia, perdita del collegamento con ciò che è divino, preoccupazione, depressione, mente chiusa e scontentezza.

Come si fa a sapere se i chakra sono bloccati?

Esiste un test per capire se un chakra sta bloccando il passaggio di energia verso gli altri e per capire se ce n’è più di uno che è bloccato. Basta rispondere ad alcune domande specifiche per ogni chakra. Se la maggior parte delle risposte sono negative, può voler dire che un chakra è bloccato.

Primo Chakra

Vi sentite vivi e in salute? Vi sentite come a casa vostra? Avete un forte desiderio di vivere? Amate il vostro corpo e pensate che sia un tesoro incredibile? Siete delle persone piene di energia e sempre in movimento? Siete audaci?

Secondo Chakra

Provate sani impulsi sessuali? Siete soddisfatti delle vostre performance sessuali? Siete in grado di esprimere la vostra sessualità? Riuscite a dare e a ricevere piacere?

Terzo Chakra

Sapete cosa volete e avete fiducia in voi stessi? Riuscite a prendere decisioni da soli? Siete coscienti delle vostre emozioni? Riuscite a controllare le emozioni che provate? Pensate di essere equilibrati emotivamente?

Quarto Chakra

Avete delle relazioni sane? Amate voi stessi? Amate chi vi sta intorno? Provate compassione per gli esseri viventi? Riuscite ad accettare gli altri come sono? Siete bravi a collaborare? Riuscite a mettercela sempre tutta?

Quinto Chakra

Riuscite a esprimervi con facilità? State vivendo una vita felice? Vi assumete le responsabilità della vostra vita? Riuscite a risolvere i problemi da soli? Credete di meritare una ricompensa per i vostri sforzi? Avete abbastanza fiducia da assumervi i rischi? Vi piacciono le sfide?

Sesto Chakra

Siete mentalmente forti? Siete bravi a risolvere i problemi? Vi vengono idee creative? Fate tutto il possibile per trasformare i vostri sogni in realtà? Riuscite a visualizzare i vostri obiettivi?

Settimo Chakra

Vi considerate un essere grande e meraviglioso? Vi sentite connessi a Dio o all’universo? Pensate che la vostra vita abbia uno scopo?

A QUALE CHAKRA SEI PIÙ CONNESSO?

Fai il test….

http://www.captainquizz.it/quizz/a-quale-chakra-sei-piu-connesso

Per la filosofia del benessere tantra consulta il sito iltuomassaggio clicca